I personaggi di ATOMI TEATRO

Massimiliano Paggetti

Massimiliano Paggetti

Regista - Presidente ATOMI

Diplomato alla Scuola di Recitazione “Laboratorio 9” di S.to Fiorentino diretta da
Barbara Nativi nel 1998, nel 1997 inizia a lavorare come Attore con la Compagnia
Teatrale TPO di Prato/Teatro Metastasio ragazzi fino al 2001.
Nel 2001 partecipa come attore, allo spettacolo Poker (Dealer’s Choise) di P.
Marber. Regia Michele Panella. Laboratorio 9 – Vincitore del Premio E.T.I. “Il
Debutto di Amleto”.
Tra il 2000 e il 2005 lavora, sempre come attore, con il Regista Antonio Latella,
prendendo parte a produzioni come: Amleto di W.Shakespeare, I Negri di J.Genet,
Querelle de Brest di J.Genet, La Bisbetica domata di W.Shakespeare, Tosca di
Giacomo Puccini.
Tra il 2005 e il Maggio 2015 ha un’intensa collaborazione con il Drammaturgo e
Regista Stefano Massini, con il quale, prende parte sempre come attore allo
spettacolo “L’Odore assordante del bianco” per Il Teatro Metastasio di Prato,
viene successivamente chiamato, sempre da Massini, a partecipare come Insegnate
della scuola di Teatro da lui diretta, al Teatro Manzoni di Calenzano, fino al Maggio
del 2015, nello stesso anno, è Aiuto Regia di Massini nello spettacolo “Si Gira” per
Arca Azzurra Teatro
Tra il 2015 e il 2018 porta avanti, come insegnante e Regista, insieme all’Attrice
Silvia Frasson, il progetto della scuola iniziato al Teatro Manzoni.
Fondatore e Presidente di ATOMI Teatro è Ideatore (insieme a Enrico Ciabatti) e
Regista dello spettacolo “Fiorentini”.

Enrico Ciabatti

Enrico Ciabatti

Storico - Vicepresidente - Attore

Laureato in Lettere Classiche indirizzo archeologico – Università degli Studi di Firenze
Corso di specializzazione presso il Dipartimento di Ricerche Archeologiche Subacquee  (D.R.A.S.M.) a Marsiglia  (Francia) su selezione del Governo Francese.
Ha diretto , come archeologo subacqueo, scavi in Italia ed all’estero sino al 1990.

E’ stato docente universitario di Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze.

Ha diretto come regista percorsi multimediali, documentari a carattere storico e scientifico, video per gli spettacoli teatrali.

Dal 2017 ha creato il canale youtube: “Firenze: segreti, misteri e leggende” per il quale cura i testi e la presentazione in video, oltre che il montaggio. Il canale presenta, al momento, 133 video e spazia nella storia, le curiosità e le tradizioni di Firenze. (https://www.youtube.com/channel/UCcGQpGN6CmvvFat8hErs-QA).

Ha ottenuto, nel 2018, il riconoscimento alla Cultura dal Comune di Firenze.

Negli anni 2010 e 2011 ha collaborato con la compagnia teatrale La Centrale dell’Arte di Firenze.

Collabora con Musica a Traverso e con questa ha partecipato all’Estate Fiorentina.

Collabora in qualità di attore con l’Associazione Legami d’Arte e Son Arte di Firenze.

Dal 2018 è socio fondatore della compagnia teatrale ATOMI Teatro di Firenze.

Ha pubblicato libri di saggistica, romanzi e  articoli su riviste italiane ed estere.

Ha tenuto conferenze su tutto il territorio nazionale e all’estero dal 1975 ad oggi con tematiche inerenti l’Archeologia Subacquea, la storia di Firenze, il Medioevo e il Rinascimento a Firenze, l’alimentazione degli Antichi.

Eugenio Nocciolini

Eugenio Nocciolini

Drammaturgo - Attore

Il 28, 29, 30, 31 marzo 2019 è andato in scena in prima nazionale a Calenzano, presso il Teatro Manzoni, lo spettacolo teatrale “NESSUNO. IL MOSTRO DI FIRENZE” scritto, diretto e interpretato da Eugenio Nocciolini.
Febbraio 2018/Maggio 2018: ha tenuto un Corso di Teatro presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “P. Cironi” di Prato;
Il 9, 10 e 11 febbraio 2018 al Teatro Manzoni di Calenzano in PRIMA NAZIONALE la NUOVA PRODUZIONE del Teatro Delle Donne: “COME UN FIUME” – L’ultimo viaggio di Tiziano Terzani, un testo di Eugenio Nocciolini e Francesco Nucci, la regia di Eugenio Nocciolini. Con Antonio Fazzini e alcuni allievi della CalenzanoTeatroFormAzione.
Dal 6 al 9 aprile 2017 è a Calenzano con lo spettacolo “IL DISOBBEDIENTE. Don Milani A San Donato”. Inserito nella stagione del Teatro delle Donne, è andato in scena in prima nazionale al Teatro Manzoni, scritto e diretto da Eugenio Nocciolini, interpretato da Gabriele Giaffreda e da alcuni allievi della CalenzanoTeatroFormAzione scelti nel Corso tenuto da Eugenio.

Dal 1 al 3 dicembre 2016 è nel Teatro di Rifredi con la prima nazionale dello spettacolo “IL GENERALE” di Emanuele Aldrovandi, regia di Ciro Masella. Prodotto dal Teatro di Rifredi – Pupi e Fresedde e da Uthopia/tra Cielo e Terra.

Febbraio 2016/Maggio 2016: ha tenuto un Corso di Teatro presso la Scuola Primaria “Aurora Gelli” di Campi Bisenzio;

Il 4 settembre 2015 è a Roma nel Giardino degli Aranci, nella programmazione dell’Estate Romana 2015, nel 21° Festival Internazionale del Teatro Urbano “Improvvisi Urbani”. Grazie alla Fondazione Antonino Caponnetto, nella persona di Domenico Bilotta, l’Associazione Culturale “Bottega Instabile”, porta in scena “23 MAGGIO 1992, cronistoria di un paradosso”, scritto, diretto e interpretato da Eugenio Nocciolini. Il racconto parla della vita di Angelo Corbo, uno dei sopravvissuti della scorta del Giudice Giovanni Falcone.

Da ottobre 2014 ad oggi tiene corsi di teatro per giovanissimi (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I° Grado), all’interno della CalenzanoTeatroFormAzione, presso il Teatro Manzoni di Calenzano;

Il 21 luglio 2014 è stata costituita l’Associazione Culturale “Bottega Instabile” dal sottoscritto, nel ruolo di Presidente e Direttore Artistico, e da altri 4 soci;

Da novembre 2013 ad oggi tiene dei corsi di Laboratori teatrali per bambini di Scuola Primaria e per ragazzi di Scuola Secondaria di II° Grado presso il Teatro San Martino di Sesto Fiorentino;

Il 4 luglio 2012 è stato chiamato dal regista Stefano Massini come voce teatrale per un omaggio a Vasco Pratolini. L’evento si chiama “VOCI PER METELLO” e rientra nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2012 diretta da Riccardo Ventrella, nel Giardino delle Rose, sotto il Piazzale Michelangiolo.

2012 Corso di scrittura teatrale “PAROLE E PALCOSCENICO” presso il Teatro Manzoni di Calenzano;

Nei giorni 10, 11,15, 22, 24 aprile 2012 Eugenio è stato chiamato dal regista Stefano Massini per fare da assistente alla regia dello spettacolo “IL PRANZO ABBONDANTE” che si tiene, dal 26 aprile al 1° giugno, all’interno di una stanza della Casa/Museo di Dante Alighieri.

Nell’aprile 2012 è di nuovo chiamato dal regista/attore Ciro Masella stavolta per lo spettacolo “LA FINE DI SHAVUOT” di Stefano Massini.

Nel novembre del 2011 viene chiamato dal regista/attore Ciro Masella e dall’Associazione Kanterstrasse per la tournée con lo spettacolo “IL PROCESSO” di Franz Kafka, riadattamento di Francesco Niccolini.

2011 Laboratorio di scrittura teatrale sul testo “IL PROCESSO” di F. Kafka presso Ginestra Fabbrica della Conoscenza di Montevarchi (AR) tenuto dal drammaturgo Francesco Niccolini;

Il 7 maggio 2011, nell’ambito del Festival d’Europa presso l’Arengario di Piazza della Signoria, si è tenuto l’evento “PILLOLE D’EUROPA”, organizzato da Meridiani Relazioni Internazionali. Una serie di letture e brevi interventi a contenuto europeo, scritti, in parte, da Eugenio e interpretati insieme ad altri tre attori/attrici.

Dal 17 al 19 marzo 2011 viene chiamato dal regista Stefano Massini per mettere in scena il testo “L’IMMONDIZIA” in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia (1861-2011) con un’operazione tutta affidata a giovanissimi protagonisti: dieci quadri scritti da 4 ventenni attori/autori sotto la guida di Stefano Massini e lo spazio scenico a cura di allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze.

Nei giorni 8, 12, 14, 17 ottobre 2010 Eugenio è stato chiamato dal regista Stefano Massini per fare da Assistente alla mise en espace, prima nazionale in italiano, del testo “COSMIC FEAR” di Christian Lollike. Lo spettacolo va in scena il 18 ottobre nel Teatro della Limonaia di Sesto F.no, all’interno del 23° INTERCITY FESTIVAL “COPENHAGEN” (24 settembre – 26 ottobre 2010).

2010 Laboratorio di scrittura presso XXIV edizione di VolterraTeatro a cura di Stefano Massini;

Nell’ottobre del 2009, inizia le prove dello spettacolo “DER UNTERGANG (la caduta)” del regista Stefano Massini. Evento speciale con 24 attori ventenni scelti da tutta l’Italia per commemorare il 20° anniversario della caduta del muro di Berlino (1989-2009). Il 9 novembre 2009 va in scena nel Ridotto del Teatro Comunale di Firenze e il 14 novembre viene replicato presso il Teatro Manzoni di Calenzano.

2007-2012 CalenzanoTeatroFormAzione diretta da Stefano Massini presso il Teatro Manzoni di Calenzano (Teatro delle Donne);

Il 29 aprile 2005 è in scena al Teatro Cantiere Florida con “ZINGARITA’”, uno spettacolo di teatro e musica dal vivo sull’essere zingari per la regia di Daniele Lamuraglia dove interpreta Aleko.

2004-2009 Laboratorio Teatrale diretto da Stefano Massini (Firenze) e corso avanzato di Recitazione diretto da Stefano Massini con Luisa Cattaneo e Antonio Fazzini presso il Teatro Manzoni di Calenzano;

2004 Laboratorio teatrale a cura di Barbara Nativi;

Per la FESTA DELLA TOSCANA 2004 viene scelto dal regista Beppe Dati per interpretare un soldato nello spettacolo “FOGLIE DI NOVEMBRE” messo in scena il 30 novembre in Piazza SS. Annunziata di Firenze.

Nel 2003 viene chiamato dal regista Daniele Lamuraglia per la messa in scena di “ADOLESCENZA RESISTENTE”, il 29 gennaio, all’interno della Rassegna Firenze Ragazzi a Teatro-Progetto Speciale Settimana della Memoria presso il Teatro di Rifredi dove interpreta un Professore fascista.

Nell’ambito del decennale dell’Associazione Culturale Versiliadanza vengono realizzati una serie di spettacoli sui diritti dell’infanzia con il patrocinio del Comitato Italiano per l’UNICEF, dove il regista Daniele Lamuraglia, prendendo spunto da “La vita è sogno” di Calderon de la Barca, realizza “SIGISMONDO E IL SUO DIRITTO”, messo in scena il 26 marzo 2003 al Teatro Goldoni di Firenze e “IL DIRITTO DEL SOGNO” in scena il 10 novembre 2003 al Teatro della Pergola dove Eugenio interpreta, in entrambi i lavori, Sigismondo.

2003-2004 Scuola di recitazione “Laboratorio 9” presso il Teatro della Limonaia di Sesto F.no a cura di Marcella Ermini e Serena Mannelli;
1998-2003 Scuola di recitazione diretta da Alessandro Brandi.

2010 “Il piccolo grande senso del dovere” di Daniele Lamuraglia

Varie letture e “mises en espace” di testi di drammaturgia contemporanea per il Centro Nazionale di Drammaturgia del Teatro delle Donne.

Scrittura e messa in scena di testi propri.

Donatella Bellucci

Donatella Bellucci

Responsabile relazioni pubbliche - Attrice

Donatella cresce spontaneamente, aiutata in questo da abbondanti fette di pane con olio e
pomodoro prima e da abbondanti schiacciate e panini dello Scheggi poi, con la voglia di
cantare e recitare scenette buffe o serie per la sua famiglia.
La passione per il teatro fa parte di lei così a 16 anni Donatella si iscrive al Laboratorio
Internazionale dell’Attore diretto da Paolo Coccheri che frequenterà per due anni e
successivamente a un corso di Orazio Costa.
Successivamente decide di seguire un percorso complementare e frequenta per tre anni la
Scuola di Recitazione del Teatro dell’Oriolo, diretta di Gino Susini, diplomandosi nel 1980.
Saranno tre anni intensi che la porteranno ad entrare per un breve periodo nella
compagnia stabile del Teatro.
insieme ad altri aspiranti attori forma una compagnia teatrale che, con nomi diversi e
formazioni diverse, nei successivi vent’anni metterà in scena atti unici, commedie e
drammi da Eduardo a Beckett, passando per Pinter, Goldoni, Pirandello e Feydeau, solo
per citare alcuni autori con i cui testi la compagnia amatoriale cerca di misurarsi in maniera
professionale.
Durante questo periodo partecipa anche a produzioni indipendenti come la versione
italiana del dramma sull’ AIDS “As Is” del drammaturgo americano William M. Hoffman e
scrive e interpreta il testo dello spettacolo teatrale “500 Anni di Solitudine”, rappresentato
insieme al gruppo musicale Runa Simi nella Badia Fiesolana in occasione dei 500 anni
della scoperta dell’America.
In questi anni incrementa anche la sua collaborazione con Orvelio Scotti e con il centro
Teatrale del Boschetto, partecipando a svariati spettacoli del cartellone estivo, fino al 1994,
anno in cui decide di lasciare momentaneamente le scene per entrare a fare parte di un
coro polifonico, Cori Ensemble, nel quale canterà fino al 2018. Al momento fa parte
dell’ensemble vocale moderno Vocimania, del quale fa parte tutt’ora.
Nel frattempo, organizza e cura dal 2008 al 2013 le edizioni del Premio Nazionale Io
Racconto, che si occupa di narrativa, poesia, fotografia e testi di canzoni, che si tiene
all’Auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze e che vede la partecipazione di autori
da tutto il mondo e la partecipazione di testimonial come Mogol e Marco Vichi.
Nel 2015, decide di iscriversi con alcuni amici alla Scuola di Recitazione del Teatro
Manzoni di Calenzano, perché, nel condominio che la abita, il teatro occupa l’attico e il
super attico. E poi non fa mai male rimettersi in gioco, oliare le emozioni arrugginite. La
Scuola, fino a poco prima nelle mani di Stefano Massini, adesso è da lui stesso affidata a
Massimiliano Paggetti e ad altri attori. Dopo altri tre anni di percorso che sono sfociati, tra
l’altro, nella formazione di un bel gruppo affiatato, Donatella si butta a capofitto nel
progetto “Fiorentini” e quindi entra a far parte del gruppo fondatore dell’Associazione
Culturale Atomi Teatro.

 

Rebecca Dalle Macchie

Rebecca Dalle Macchie

Aiuto Regista - Attrice

Ha frequentato un laboratorio teatrale presso l’Associazione Culturale Effetto Notte, sotto la direzione di A. Brandi, e successivamente l’Associazione Bottega Instabile, con la quale ha realizzato diversi spettacoli diretti da Giacomo Rosa ed Eugenio Nocciolini, tra i quali Il Ritratto di Dorian Gray di O. Wilde.
Negli stessi anni ha studiato Hip-Hop e Funky presso la scuola Dance Academy a Sesto Fiorentino, e fin dalle scuole elementari ha studiato pianoforte all’Accademia Musicale Santa Caterina.
Si è successivamente iscritta alla scuola di teatro Calenzano CreAzione Teatrale, gestita da Massimiliano Paggetti, Silvia Frasson e altri insegnanti.
Ed è proprio grazie a Massimiliano Paggetti che nel 2018 entra a far parte della neoformata Associazione Culturale ATOMI Teatro, in qualità di attrice e Aiuto Regista all’interno del direttivo, collaborando alla realizzazione di diversi progetti, primo fra i quali “Fiorentini”.

Mirko Risaliti

Mirko Risaliti

Amministratore - Attore

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FIRENZE

  • 2019 – Laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche, curriculum: Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, tesi: “Teatro d’Impresa, elementi teatrali nella pratica formativa”

TEATRO DELLA LIMONAIA

  • 2008 – “Un anno e un giorno” di Christina Reid, regia: Marcella Ermini
  • 2009 – “Storia di un vampiro” di Moira Buffini, regia: Marcella Ermini
  • 2009 – Progetto “Safe Home” sul tema della violenza domestica presso Kildare Youth Theatre (Newbridge, Irlanda) direzione: Peter Hussey
  • 2010 – “Io con te ho chiuso” di Mark Ravenhill, regia: Marcella Ermini
  • 2011 – “Turisti e soldatini” di Wole Soyinka, regia: Marcella Ermini
  • 2011 – “La masticazione dei morti” di Patrick Kermann, regia: Marcella Ermini
  • 2011 – “Resistere – Muoio come un Paese” di Barbara Nativi e Dimitri Milopulos, regia: Dimitri Milopulos, ruolo: aiuto tecnico

CALENZANO TEATRO FORMAZIONE

  • 2012 – “L’Italia s’è desta (?)” di Stefano Massini, regia: Stefano Massini, Massimiliano Paggetti, Silvia Frasson
  • 2012 – “Studio su Alex”, rassegna Avamposti, regia: Stefano Massini
  • 2013 – “Gli ipocriti” adattamento: Stefano Massini, tratto da “Il misantropo” di Molière – regia: Stefano Massini, Massimiliano Paggetti, Silvia Frasson
  • 2014 – “Studio su Onegin”, adattamento teatrale: Stefano Massini, tratto da “Evgenij Onegin” di Puskin – regia: Stefano Massini, Massimiliano Paggetti, Silvia Frasson
  • 2014 – “Before Hamlet” di William Schenck Gilbert, riscrittura di Stefano Massini – regia: Stefano Massini, Massimiliano Paggetti, Silvia Frasson
  • 2014 – “Vite Parallele” di Stefano Massini – regia: Stefano Massini, Massimiliano Paggetti, Silvia Frasson
  • 2015 “Les Liaison Dangereuses” di Chordelos Laclos, adattamento: Stefano Massini – regia: Chiara Macinai

OPERAFESTIVAL – ASSOCIAZIONE MULTIPROMO

  • 2012 – “Aida” di Giuseppe Verdi, regia: Mariano Furlani, direttore d’orchestra; Matteo Beltrami, ruolo: assistente alla regia
  • 2012 – “Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini, regia: Renato Bonajuto, direttore d’orchestra: Alessandro D’Agostini, ruolo: assistente alla regia
  • 2012 – “Carmina Burana” di Carl Orff, direttore del coro: Maurizio Preziosi, ruolo: tecnico del suono

TEATRO DEL MANTICE

  • 2015 – Membro fondatore e amministratore fino al 30/04/2019
  • 2016 – “Sangue Giovane” di Peter Asmussen, ruolo: regista
  • 2017 – progetto “Microteatro” con associazione “L’Eco del Nulla”
  • 2019 – “Diastema Festival” presso Teatro delle Spiagge, ruolo: amministratore

CORTOMETRAGGI

  • 2013 – “Marmellata di more” di Maria Mariella Scarsini, presso la Scuola di Cinema di Prato “Anna Magnani”, regia: Maurizio Monte
  • 2014 – “Libera di volare” di Caterina Berti, regia: Caterina Berti, 3° premio concorso “Teen Festival” indetto dal Parlamento Regionale degli Studenti e promosso dal Consiglio Regionale
Giulia Conti

Giulia Conti

Resposabile Social Media - Attrice

Ha frequentato l’Associazione Culturale Effetto Notte, sotto la direzione di A. Brandi, all’interno della quale ha partecipato ad un laboratorio teatrale, e ha recitato inoltre nella compagnia teatrale dell’Associazione.
Ha poi frequentato l’Associazione Bottega Instabile, con la quale ha realizzato alcuni spettacoli, diretti da Giacomo Rosa ed Eugenio Nocciolini, tra i quali un riadattamento della commedia Misura su Misura di W. Shakespeare.
Durante gli anni delle scuole elementari medie e superiori, ha studiato danza classica, moderna e Hip-Hop presso le scuole Dance Academy e Devil’s Rock, entrambe a Sesto Fiorentino.
Si è successivamente iscritta, sotto gli insegnamenti di Massimiliano Paggetti, Silvia Frasson e altri attori, alla scuola di teatro Calenzano CreAzione Teatrale.
Ed è proprio grazie a Massimiliano Paggetti che nel 2018 entra a far parte della neoformata Associazione Culturale ATOMI Teatro, in qualità di attrice, e nel suo direttivo come Responsabile Social Media, collaborando alla realizzazione di diversi progetti, primo fra i quali “Fiorentini”.

Costanza Bugiani

Costanza Bugiani

Resposabile immagine e social media - Attrice

Laureata in Storia e Tutela dei beni artistici, unisce fin da sempre la passione per l’arte e l’educazione a quella per lo spettacolo, trovando tra essi forme di congiunzione.

Per quattro anni conduce visite guidate animate per scolaresche presso la Collezione Gori di Celle (PT) con l’associazione Culturale VivArte, tramite la quale collabora in un’unica occasione anche con Patrizia Menichelli (Teatro de los Sentidos).

Nel frattempo inizia il percorso di formazione attoriale presso il Teatro delle Donne di Calenzano, allora diretto da Stefano Massini, e portato avanti da docenti quali Massimiliano Paggetti e Silvia Frasson.

Momento importante della propria crescita professionale è lo Stage di orientamento formativo per giovani attori presso il Teatro Metastasio di Prato, diretto da Paolo Magelli, condotto da Marcello Bartoli e dagli attori della compagnia del Teatro Stabile, quali Valentina Banci, Francesco Borchi, Elisa Langone, Mauro Malinverno, Fabio Mascagni. E’ questa un’occasione di incontro con grandi artisti del panorama teatrale nazionale.

Con alcuni partecipanti allo stage ed altri compagni d’avventura incontrati sul palco nel corso degli anni fonda il Teatro del Mantice, lavorando principalmente sul territorio pratese e fiorentino.

Si presenta al Napoli Fringe Festival nel 2015 con AttoDue in una produzione che rivisita il testo de “Il gabbiano” di Čechov.  Partecipa a diversi laboratori tenutisi sul territorio toscano, tra questi importante è il lavoro sul corpo affrontato nei diversi workshops con Perelandra Teatro. In un periodo lontana dall’Italia frequenta inoltre la Performing Arts weekend class, presso la UCLA Extension, Berkeley College, e il workshop di clownerie Hup! Clown. We are all born funny,  tenuto da Michael Toomey, a New York.

Collabora con Atomi Teatro dal 2019 in qualità di attrice e insieme a Giulia Conti si occupa della gestione dei social media.

Marco Bucci

Marco Bucci

Musicista - compositore

Diplomato in pianoforte al Conservatorio “A.Boito” di Parma, dopo studi di clavicembalo e composizione al “Cherubini” di Firenze ha seguito corsi di perfezionamento con Orazio Frugoni al CIPIMF di Firenze (1984), di Musica contemporanea (1984) e di Analisi Musicale (1987) con

Roman Vlad all’IIMC di Venezia, Musica per Film con Ennio Morricone all’Accademia Chigiana di Siena (1991/1992), e aggiornamento sulla didattica al CRSDM di Fiesole (2002/2003).

Parallelamente all’attività didattica si è esibito in concerto da solo, in gruppi di musica da camera e in recitals con cantanti lirici, dal 1985 ha collaborato con varie compagnie teatrali in tournee in Italia e all’estero (tra le quali la “Compagnia della luna” di Nicola Piovani e con registi e attori affermati quali Angelo Savelli, Carlo Cecchi, Edi Angelillo, Angela Pagano, Gennaro Cannavacciuolo, Pamela Villoresi, Lucia Poli….), arrangiatore di musica leggera ha diretto l’orchestra della “Compagnia Fiorentina Operette dal 1996 al 2006, avendo scritto inoltre le musiche di scena per spettacoli di prosa e il commento a vari documentari e film,(fra i quali “La madre” (1997) di Ruggero Di Paola (Corti stellari 2/ menzione speciale ai Nastri d’argento)

Ha lavorato per la Radio Svizzera Italiana componendo la colonna sonora del radiodramma “Giovanni Pascoli, mio fratello” di Massimo Navone andato in onda in sei puntate nell’ottobre 2010.

Ha scritto la musica per il dramma musicale “Francesco e il sultano” andato in scena nel dicembre 2018 nella basilica di Santa Croce a Firenze e, per Atomi Teatro, le musiche di scena per ” Fiorentini – Anteprima”.

Alessandra Panzone

Alessandra Panzone

Attrice - Responsabile comunicazione

Laureata in Dams (discipline delle arti musica e spettacolo) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze.
Diplomata in Musical e Arti Sceniche presso la scuola Arteinscena diretta da Franco Miseria e Simona Marchini al teatro Politeama di Prato. Ha frequentato il corso di alta formazione in musica e canto jazz presso la Jam Academy di Lucca. Si forma in teatro danza presso la Compagnia dei Nove di Firenze. Studia biomeccanica teatrale con Maila Ermini. Partecipa al festival artistico Culturnacht di Wangen (Germania) in veste di performer. Intraprende un percorso formativo nella scuola di Laboratorio 9 (Sesto Fiorentino) studiando con Ilaria Cristini, Renata Palminiello e Alessandro Baldinotti. Segue numerosi workshop di teatro sia fisico che di prosa con: Gaelle Bourges, Massimiliano Civica, Amerigo Fontani. Nel 2015 fonda la compagnia Teatro del Mantice dove cura la comunicazione degli eventi culturali dell’Associazione. Ha partecipato nel 2016 come attrice al festival “Contemporanea” di Prato con lo spettacolo “A mon soul désir” diretto da Gaelle Bourges. Nel 2018 va in scena con “Partitura per un grido” adattamento del testo La voce umana di Cocteau con la regia di Alessandro Baldinotti. Nel Marzo 2019 idea ed organizza il primo festival di teatro dell’associazione: Diastema Festival. Maggio 2019 partecipa come attrice allo spettacolo “Fiorentini, l’anteprima” diretto da Massimiliano Paggetti